martedì 7 luglio 2009

Il Cambiamento di sè.



"Solo se mi accetto come sono, posso cambiare" Carl Rogers.

Dopo la Consapevolezza di Sè, il passo successivo è il Cambiamento.
Il Cambiamento praticabile nel proprio percorso di crescita e sviluppo personale è quello che parte da noi stessi. Gli altri cambieranno, probabilmente, in relazione e in risposta ai cambiamenti che percepiscono in noi. Quindi la regola numero uno è non pretendere che l'altro/a (partner, amico/a) cambi per noi.
Secondo lo psicologo Michael Mahoney, esistono delle regole e principi fondamentali, il mancato rispetto dei quali fa sì che qualsiasi strategia di cambiamento sia destinata a fallire. Vediamo quali sono:

1. Abbiate il coraggio di amarvi in un mondo che non vi garantisce nulla.
2. Fate attenzione a ciò che sentite: se non vi piace è segno che non state ottenendo ciò di cui avete bisogno.
3. Nessuno meglio di voi possiede le risposte ai vostri problemi di vita.
4. Prima di azzardare un cambiamento, fate un elenco delle cose peggiori che possono capitarvi in conseguenza di esso.
5. Mentre attuate il cambiamento, complimentatevi con voi stessi del coraggio che dimostrate.
7. Se ciò che fate non vi conduce alla meta desiderata, provate qualcosa di diverso.
8. Se volete sperimentare qualcosa di nuovo, non limitatevi a pensarci su, ma compite delle azioni concrete.
9. Valutate i risultati e, qualunque essi siano, congratulatevi comunque con voi stessi per averci provato.
10. Se fallite, ricominciate di nuovo dal punto 1.

Occorre ricordare che un vero e profondo cambiamento richiede tempo ed è composto da tanti piccoli passi.

E' possibile prefissarsi di crescere ed espandersi in più direzioni diverse. Ad esempio:

1. Parlare in prima persona.
2. Fidarsi maggiormente di ciò che si sente.
3. Chiedere aiuto qualche volta.
4. Fare qualcosa che non si è fatto da molto tempo.
5. Esplorare, conoscere nuove persone.
6. Vestirsi in modo attraente.
7. Essere più realisti.
8. Fare qualcosa molto bene, impiegandovi tutto il tempo necessario.
9. Assumersi la responsabilità di una situazione.
10. Sperare, provare e senza scoraggiarsi ripetere.
11. Non credere che tutto ci sia dovuto.
12. Distanziarsi qualche volta, dai genitori.
13. Essere più assertivi e meno rassegnati.
14. Guardare chi ci circonda invece di fuggire senza sosta.
15. Permettere a se stessi di desiderare, amare e farlo sapere.

Auguro a voi tutti lettori di questo blog una felice estate ricca di cambiamenti positivi e di momenti buoni per nutrire ed attivare il nostro Stato dell'Io Bambino Naturale-Libero che a volte nella quotidianità viene messo a KO dalle attività quotidiane dello stato dell'io Adulto.

Dott. Andrea Duranti

6 commenti:

  1. La prima volta che trovo Mahoney citato in italiano. Ma dove finisce la citazione?

    RispondiElimina
  2. Grazie!
    Posso chiederti quali suoi libri hai?
    Che io sappia, in Italiano esiste solo "Self-Change", che è del 1979.

    RispondiElimina
  3. Ho consultato "Cambiare se stessi", Ed Astrolabio, Roma, 1985.

    RispondiElimina
  4. È quello, unico in italiano e anche quello con cui l'ho conosciuto io; è l'edizione italiana di "Self-Change".

    Ti consiglio molto "Constructive Psychotherapy", del 2003, molto bello, sembra davvero scritto per tutti.

    RispondiElimina

Lasciate i commenti quì.